A Linate tutti bloccati dalla nube. Hotel pieni per colpa del Salone

Sabato ho ricevuto una telefonata dalla redazione a mezzo giorno: potresti andare a caccia di storie a Linate di persone bloccate per colpa della nube? Eccone qui alcune di quelle che ho raccolto. La cosa formidabile era vedere le hostess della British Airways che cercavano di distrarre i figli di una povera coppia di inglesi, bloccati a Milano dopo la settimana bianca sulle Dolomiti. Cercavano di consolarli, ma allo stesso tempo la responsabile della compagnia continuava a ripetere: “Non possiamo pagarvi l’hotel a Milano, non è una copertura prevista dalla British in questi casi”… Senza contare che trovare una stanza di hotel a Milano durante la settimana del mobile è praticamente impossibile. L’unica alternativa proposta dalla British: tornare in barca o noleggiare un auto.

Su internet, su twitter, si moltiplicano i commenti delle migliaia di turisti giunti a Milano in questi giorni: tra tutte, il vulcano ha scelto proprio la design week per eruttare… vorrà dire che la festa in città durerà qualche giorno in più!
Intanto alcuni designer si stanno organizzando per tornare a casa: macchine noleggiate in gruppo, car sharing, pullman e comitive… tutti i modi sono buoni, compresa la bicicletta, per superare l’ostacolo della nube senza volare.

Mia sorella che lavora a londra in un asilo mi ha raccontato la storia di un gruppo di bambini inglesi in vacanza studio in Portogallo costretti a tornare a casa via barca (una di quelle storie stile “drama”: un bambino aveva anche una serie di allergie quindi non ha potuto ricevere il “suo” cibo per 4 giorni di viaggio…). Insomma una di quelle storie da copertina.

Qui un po’ di foto scattate a Linate.

Fuori Salone: tutti gli eventi del week end

Per tutti coloro che sono arrivati a Milano dopo una settimana di duro lavoro, per potersi godere il weekend del salone del mobile, ecco qui alcuni appuntamenti imperdibili.
Fino alla fine della design week sarà possibile partecipare a due “gustosi” eventi:
1 -Lo chef Davide Oldani apre temporaneamente una succursale a Milano del suo noto ristorante D’O di Cornaredo grazie alla collaborazione con il marchio Philips: insieme, durante la desing week, lanciano la Robust collection che propone la nuova generazione di elettrodomestici. Il ristorante sarà aperto a pranzo e a cena per l’intera settimana, su prenotazione – Spazio Galvanotecnica Bugatti, via Gaspare Bugatti 7 – pranzo e cena
2 – La mostra Tutti a tavola! nelle sale di Villa Belgiojoso Bonaparte, più nota come Villa Reale, diventano il palcoscenico per celebrare quel particolare momento che lega la cucina alla tavola, la preparazione del cibo alla sua degustazione e i sensi e i sentimenti che li accompagnano. Via Palestro – tutti i giorni ultimo ingresso ore 22

Nella giornata di sabato, invece:
1 – Armani/Dada presenta Checkers, la nuova cucina disegnata da Giorgio Armani. Esposizione continua fino al 19 aprile all’Emporio Armani, via Manzoni 37 . Ore 10.30-19.30.

Nella giornata di domenica, per quelli che si possono fermare un po’ di più non mancate al closing party organizzato da Fuorisalone.it:
1 – Ultimo giorno in cui è possibile visitare La mano del designer, mostra organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e alterstudio partners. Saranno esposti oltre 450 disegni e schizzi autografi di 150 fra i più autorevoli designer italiani e internazionali, donati al FAI. Una selezione di disegni esposti sarà la base di un’asta battuta da Sotheby’s che si terrà il prossimo giovedì 13 maggio. Villa Necchi Campiglio e Triennale Bovisa – 10.00/22.00 – Ingresso gratuito
2 – In mostra le maquette inedite dei progetti di allestimento e architettura di Achille Castiglioni: 23 modellini firmati dal maestro e finora custoditi nello Studio Museo Achille Castiglioni. Showroom De Padova in Corso Venezia
3 – La Biblioteca Nazionale Braidense ospita l’evento “Forme e storia di cultura domestica” ideato e prodotto da ACHEO. Sono esposti documenti, immagini e testimonianze letterarie inedite selezionate da Anty Pansera in collaborazione con la Direzione Scientifica della Biblioteca. Via Brera 28 – dalle ore 18 alle 20.30. Ingresso a inviti
4 – Show cooking con gli chef della Whirlpool e i Franciacorta di Solive presso il flagship store Cesar dove verrà presentata la cucina Elle Vip in finitura olivo. Via Larga 23 – Dalle ore 19 alle 21
5 – L’edizione 2010 del consueto Closing Party di Fuorisalone.it rientra nel palinsesto della quinta edizione di Elita milano, design week music & arts festival. Musica live e dj set fino all’una di notte. Sala theatre del nuovo headquarter di Elita, il polifunzionale Teatro Franco Parenti, via Pier Lombardo 14 – Dalle ore 19:00

Fuori salone: gli eventi di venerdì 16 aprile

Come tutti gli altri giorni, ecco qui gli appuntamenti per venerdì sera. Personalmente vi segnalo il Coworking party, ci sarò anch’io e credo ne varrà la pena! Nella foto a fianco la sede in via imbonati 18 dove si terrà l’evento, durante i giorni dell’allestimento.

1 – L’artista e provocatore Martì Guixè dà vita a una performance con i suoi oggetti creati per il brend Alessi. Showroom Alessi, corso Giacomo Matteotti 9 – Ore 17
2 – Festa a invito sul tema dell’ecosostenibilità “Organic Party”,  alla scoperta di sapori inediti. Flagship store  Molteni&C Dada e Citterio,  corso Europa 2. Ore 20-22.
3 – Un bagno di stelle, a cura di Francesca Molteni, è una video-installazione celebrativa del mondo del bagno ospitata nel Planetario di Milano, che quest’anno festeggia i suoi 80 anni da quando fu progettato dall’architetto Piero Portaluppi e donato alla città da Ulrico Hoepli. Civico Planetario Ulrico Hoepli, corso Venezia 57 ingresso gratuito – tutti i giorni ore 18.00 – 23.00 (spettacolo ogni 30′)
4 – Party presso il Baxtershop in collaborazione con Le Cucine di Matteo Gennari e Veuve Clicquot che presenta una inedita zona lounge tra pezzi di design e degustazione, con la collezione Evergreen progettata da Paola Navone. Sheraton Diana Majestic, via Piave 42 – Ore 19
5 – Coworking party: una vera e propria festa per interrogarsi su come sarà l’ufficio del futuro, organizzata dal network di coworker Cowo presso il business park Mac 567. L’azienda Lago ha accettato la sfida di progettare per l’occasione l’interior di due uffici che resteranno aperti al pubblico durante tutto il periodo della design week. Nella mattina di sabato, a partire dalle 9.30, è previsto anche un incontro – dibattito su questi temi. Via Imbonati 18, presso Business Park MAC 567 – Ore 23
6 – alle 18 – presso l’auditorium del Sole 24 Ore in via Monte Rosa 91 a Milano – Paola Antonelli, Martí Guixé e Carlo Ratti interverranno sul tema: “Evergreen: la sostenibilità da moda effimera a scelta quotidiana”. Modererà Fernanda Roggero, responsabile di Ventiquattro magazine. Venerdì 16 esce anche il nuovo numero di Ventiquattro, interamente dedicato alla sostenibilità. Sarà un numero a impatto zero: la CO2 prodotta verrà infatti compensata con un progetto di riforestazione din Madagascar e nel Parco del Ticino, a cura di Lifegate.

Non andate in via Tortona, non ne vale la pena

Ragazzi, sono stata un po’ bacchettona, lo ammetto. Ma leggetevi l’ultimo articolo che ho scritto per il Sole 24 Ore sul fuori salone.

So che può anche essere divertente sbevazzare fino a mattina pagando lattine di birra a un euro e 50… riconosco che il pezzo è un tantino polemico contro la movida… ma qui il punto non è movida si o movida no. (anche perchè la mia risposta sarebbe sempre si!). Il punto è riconsocere che una zona come Tortona che si è fatta il nome proprio per tutto quello che è sempre stata in grado di offrire durante il fuori salone, oggi sta cambiando volto. L’altra sera alle 21.30 non c’era veramente più niente da vedere in Tortona, bisogna dirlo. Design zero, eventi conclusi, alcol tanto per le strade intasate di giovani. I pochi showroom rimasti aperti quasi quasi chiudevano le porte (con tanto di body guard) per non fare entrare ondate di ragazzi ubriachi… Non metto in discussione che per tanti giovani sia un’ottima occasione per vivere finalmente milano in modo diverso (me compresa!), non metto nemmeno in discussione che alcuni grandi marchi continuino ad esporre lì… ma è incontestabile affermare che di sera resti solo una sagra di paese. Sicuramente si trovano ancora delle cose interessanti da vedere, e sicuramente la zona catalizza ancora le menti e i laboratori creativi della città. Senza porre dei limiti o dei paletti al degrado, però, si rischia di perdere questo immenso patrimonio… o quanto meno di disperderlo.

Anche il trasloco dell’appartamento Lago a Brera è un segnale… così come i tanti cartelli affittasi che ho trovato per le strade: quest’anno tortona non è riuscita ad affittare tutti gli spazi che ha a disposizione. Chi affitta, compreso il portale Milanolocation.it, non registra più il tutto esaurito in Tortona. Sarà un segnale?

Mi è anche stato fatto giustamente notare che la strada alternativa alla passerella i milanesi la conoscono da anni, ma che è un tantino più lunga. E i non milanesi? Restare intasati per mezz’ora senza via di scampo, quando c’è una strada alternativa e nessuno lo sa, è davvero assurdo 🙂 mettere un cartello con delle indicazioni?

Ecco tutte le foto che ho scattato, comprese quelle ai vuoti di bottiglia che formano un tappeto in via Tortona.

Dal parrucchiere all’ottico, sconti e tariffe speciali per la design week

Sono passate solo due serate. E la design week è appena all’inizio. Eppure per le strade ne ho già viste di tutti i colori. Dal paletto rivestito con un tocco di design, fino alle stanze d’alluminio in Statale.

Come ogni anno la partecipazione della città è massima. Tutti si attrezzano per organizzare un evento, qualcosa che possa attirare l’attenzione. Non dimentichiamoci però che si tratta di Milano, quindi ogni occasione è ghiotta per fare business. Lo sanno benne i negozianti e gli esercenti di zona Tortona e dintorni. Come scrivo oggi sul Sole24ore.com nessuno rinuncia a fare affari in modo facile. Microbusiness mordi e fuggi, happy hours e menu speciali…
Gli scaffali all’ingresso delle librerie in centro in questi giorni sono tutti monotematici: la casa-museo, gli arredi e il design a 360° riempiono le vetrine e in alcuni casi i prezzi sono scontati per l’occasione.
In particolare se amate lo shopping fatevi catturare dai negozianti di via Vigevano: aperti fino alle 22 o mezza notte – in base alle scelte dei singoli commercianti – offrono sconti speciali per l’occasione. Un negozio di scarpe regala un paio di espadrillas o infradito ad ogni acquisto; l’ottico è disposto a fare il 30% di sconto ai residenti in zona “compresi i parenti allargati” (precisa il titolare, ndr); l’erboristeria fa il 10% in meno agli abitanti del quartiere; il parrucchiere pubblicizza una promozione particolare per taglio e piega. Sono davvero in pochi a non partecipare: anche l’internet point offre tariffe speciali.

Qui potete vedere un po’ di foto che ho scattato ieri sera.

Fuori salone: gli eventi cool di giovedì 15 aprile

Ed ecco la mia selezione di eventi per giovedì…
Nella foto a fianco il Lambretto Art Project in Lambrate dove si tiene una mostra davvero interessante.

1 – Cocktail a invito con la designer Patricia Urquiola nell’ambito dell’allestimento di Molteni&C/Salvatore Ferragamo “Design Details”. Boutique, via Montenapoleone 3. Ore 18-22.

2 – Evento Ernestomeda & Absolut vodka con live cooking and cocktail show, per l’anteprima della cucina Carrè disegnata da Marc Sadler. Ernestomeda loft, via Col di lana 8. Dinner party ore 20-22.30.

3 – La Fondazione Arnaldo Pomodoro ospiterà i concerti del festival di musica elettronica NODE 2010 che trasformerà gli spazi della Fondazione in un inedito palcoscenico di sperimentazioni sonore. Per l’occasione la Saporiti Italia ha chiesto a cinque importanti designer internazionali – Marti Guixé (Barcellona), Mauro Lipparini (Firenze), Ministry of Design (Singapore), UdA (Torino) e Carlos Zapata (New York) – di creare una panca/installazione, funzionale anche ai concerti di NODE 2010. Via Andrea Solari 35 – Dopo le 22

4 – Dreamscape cocktail event per presentare la nuova collezione 2010 successful living from Diesel. Partner Moroso, Foscarini, Zucchi Group. Diesel flagship Store San Babila – ore 19.00/21.30

5 – Bodum, azienda danese produttrice di oggetti di design per la cucina e la casa,  presenterà la mostra ‘Keep the Pot Boiling’ all’interno della quale sarà esposto per la prima volta ed in esclusiva  per il Salone del Mobile, il bollitore Ettore, disegnato nel 1988 da Ettore Sottsass Associati – Gruppo Memphis. Boutique Sportmax (collezione del Gruppo Max Mara), via della Spiga – dalle ore 18,00 alle ore 21,00

6 – Cocktail di inaugurazione della mostra 5° elemento: realizzazione di interno domestico eco-compatibile, in scala, e presentazione di prodotti sostenibili. A cura di Silvia De Maio architetto, Maurizia Dova stilista, Giorgio Ajovalasit geometra e Federica Rigo. Centro Botanico, via Cesare Correnti 10 – Ore 19

Scimmie sui tetti al Fuori salone

Non so se vi è capitato anche a voi ieri sera passeggiando in zona Tortona di trovarvi in mezzo a delle scimmie. A me si.
Durante il mio giro in missione per il Sole 24 ore, a caccia di chi ama fare affari “facili” durante i giorni del Salone, sono capitata in mezzo a una performance  deo Milanomonkeys . Riconosco che al momento sono rimasta interdetta. Non li conoscevo e ho visto un gruppo di ragazzi tutti in tuta che si arrampicavano ovunque. Ma c’hanno le ventose sulle mani? In un secondo uno è salito sopra un edificio, all’uscita della metro Porta Genova, con uno scatto. Un altro è letteralmente saltato da un tetto all’altro facendo un salto mortale… I ragazzi collaborano in questi giorni con Esterni al Public Design Festival e quando si muovono catalizzano gli occhi e l’attenzione di tutti i passanti!

Personalmente non li conoscevo… ma ecco un po’ di informazioni sullo sport che praticano, il parkour. Pare che i migliori in questo campo siano i francesi.

Ecco un’altra foto di ieri sera: